Il giorno della memoria per dire NO Guerra, NO Violenza, NO Razzismo, NO Fascismi

A Reggio Calabria musica e parole per non dimenticare. Le inziative targate Anpi e Arci

Condividi su WhatsApp

Oggi, sabato 27 gennaio 2018, è il 73° anniversario del "Giorno dell'ORRORE", l'orrore che fu "svelato" al mondo intero quando, il 27 gennaio del 1945, l'esercito sovietico entrò nel campo di concentramento di Auschwitz. Sessant'anni dopo l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite deliberò di istituire il "Giorno della Memoria". Qualche anno prima della decisione dell'ONU, l'Italia aveva istituito nel 2000, con la legge n. 211, la ricorrenza del 27 gennaio.

Quest'anno siamo quindi, in Italia, alla diciassettesima giornata della Memoria, che coincide con l'80° anno dall'approvazione delle leggi razziali (1938) e non possiamo, non dobbiamo soltanto RICORDARE quell'orrore che nessuno potrà mai cancellare.

No, oggi non si tratta solo di ricordare. Oggi, nel Giorno della Memoria del 2018, non possiamo non vedere i mille segnali di nuove intolleranze, di nuovi razzismi, di nuovi fascismi.

Con questa consapevolezza dobbiamo intensificare e rendere più efficaci il nostro impegno e le nostre iniziative per educare le nuove generazioni al ripudio della guerra sancito dalla nostra Costituzione insieme al rifiuto della violenza e del fascismo.

Questo "Giorno della Memoria" ci vedrà ancora una volta impegnati a diffondere la consapevolezza e quindi il rifiuto di quell'orrore.

Il nostro 27 gennaio partirà ancora una volta dalle scuola, in particolare dall'Istituto "Boccioni - Fermi", dove alle ore 10.
00 il nostro partigiano Aldo Chiantella, Presidente del Comitato d'Onore, incontrerà gli studenti per recare la propria testimonianza di partecipazione alla Resistenza e di contrasto alla guerra ed al fascismo.

Durante le ore pomeridiane, parteciperemo all'iniziativa organizzata dall'ARCI "I Suoni della Memoria", che si svilupperà in una prima fase sull'autobus dell'ATAM della linea 28 (ore 15.30 dall'Aeroporto) e successivamente dalle 16.30 alle ore 18.00 sul Corso Garibaldi.

Alle ore 18.00 l'ARCI concluderà il "sabato antifascista" per passare il testimone alla nostra Associazione.

Dalle ore 18.00 alle ore 19.30 l'ANPI invita i cittadini a partecipare alla fase conclusiva del “Giorno della Memoria”, che si svolgerà all'interno di Palazzo San Giorgio, nella Sala del Consiglio Comunale, dove, dopo i saluti del Presidente del Consiglio Comunale Demetrio Delfino, interverrà il Presidente della Commissione “Statuto e Regolamenti", Demetrio Martino, che darà lettura della delibera approvata in Consiglio Comunale che vieta l'uso di sale e spazi pubblici a chi non faccia dichiarazione esplicita di rifiuto del fascismo.

Seguiranno quindi letture di brani letterari da parte di rappresentanti dell' ANPI di Reggio Calabria. Alcuni brani saranno letti dall' attrice reggina Irene Polimeni.

L'ANPI ringrazia l'Amministrazione Comunale e l'ATAM per la loro adesione all'iniziativa promossa in sinergia con l'ARCI, iniziativa che ha ricevuto l'adesione dell' ANEI (Associazione Nazionale Ex-Internati).

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento