'Mai più fascismi', documento-petizione di Anpi, Arci, Auser e Cgil. Campagna per sollecitare le istituzioni ad applicare con coerenza e rigore le norme della Costituzione e delle leggi per il contrasto al fascismo

Due giorni di iniziative. Si chiude con la cantastorie calabrese Francesca Prestia

Condividi su WhatsApp

ANPI, ARCI, AUSER, CGIL e SPI – CGIL promuovono sul territorio provinciale un coordinamento finalizzato ad agire in sintonia con il coordinamento nazionale siglato da ventitré organizzazioni (associazioni, sindacati e partiti) di rilievo nazionale, che unitariamente hanno dato avvio ad una campagna nazionale di diffusione di un documento – petizione (MAI PIU’ FASCISMI), finalizzato a sollecitare tutte le istituzioni ad applicare con coerenza e rigore le norme della Costituzione e delle leggi per il contrasto al fascismo.

La prima iniziativa sul territorio reggino si svolgerà in due distinte “giornate antifasciste” che avranno la seguente articolazione:

sabato 3, dalle ore 17.00 presso la Sala Conferenze della Villetta attigua alla Biblioteca Comunale, dibattito coordinato dalla giornalista Anna Foti su “Le donne della Repubblica”, con la partecipazione di Ornella Catalano (SPI – CGIL), Caterina Iacopino, Maria Cristina Schiavone e Mattia Milea dell’ANPI, Maria Lucia Parisi (ARCI);

domenica 4, dalle ore 17,00 presso la sala del CineTeatro Metropolitano del Dopolavoro Ferroviario in via Nino Bixio, il magistrato Vincenzo Macrì sarà intervistato dalla giornalista Maria Natalia Iiriti e successivamente dal pubblico presente sul tema del contrasto al fascismo, previsto dalla Costituzione e dalle leggi di attuazione della stessa.

Al termine dell’intervista il pubblico presente potrà assistere alla performance musicale della cantastorie calabrese Francesca PRESTIA che ha recentemente composto una canzone dedicata alla città di Reggio Calabria, “La città del Re”.

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento