L’ora legale farebbe male alla salute e non inciderebbe sul risparmio energetico: a Strasburgo si vota per eliminarla

L’europarlamento si esprimerà oggi per invitare la Commissione europea a proporne l’abolizione

Condividi su WhatsApp


L’ora legale “fa male alla salute” e l’europarlamento vota oggi in seduta plenaria a Strasburgo per invitare la Commissione europea a proporne l’abolizione.


L’argomento diventa oggi oggetto di dibattito a Strasburgo. Il progetto di risoluzione, presentato dalla commissione trasporti del Parlamento, è infatti una risposta ad alcune iniziative e petizioni dei cittadini, che hanno sollevato preoccupazioni sulla salute per via degli effetti derivanti dal cambiamento dell’ora due volte l’anno. Nel testo si chiede alla Commissione di proporre la soppressione del passaggio all’ora legale in estate.


Negli Stati membri, il cambiamento dell'ora è disciplinato dalla direttiva UE sull'ora legale. Secondo il testo in votazione, un regime orario unificato a livello UE dovrebbe essere mantenuto anche se i cambiamenti d'orario verranno aboliti.


Lo scopo dell'ora legale è sfruttare la luce naturale. Questa pratica è applicata in oltre 60 paesi in tutto il mondo.
Nell'UE, gli Stati membri attingono da una lunga tradizione di ora legale. Iniziano i tentativi di armonizzazione negli anni '70, per facilitare l'efficace funzionamento del mercato interno. Oggi, l'applicazione a livello UE dell'ora legale è disciplinata dalla direttiva 2000/84 / CE; la maggior parte dei paesi terzi ha allineato i propri regimi relativi all'ora legale con quelli dell'UE. 

Una ricerca ha esaminato quindi i benefici e gli inconvenienti dell'ora legale. Sembra che l'ora legale avvantaggi il mercato interno (in particolare il settore dei trasporti) e le attività per il tempo libero generando un risparmio marginale nel consumo di energia; l'impatto su altri settori economici rimane in gran parte minimo; per quanto riguarda gli inconvenienti sulla salute la ricerca associa l'ora legale a problemi del bioritmo umano ('ritmo circadiano').

In una risoluzione che sarà discussa e votata in giornata, dunque, i deputati alzeranno la mano per invitare la Commissione europea a proporre l’abolizione del fatidico passaggio dall’ora solare all’ora legale.

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento