Caparezza a Reggio Calabria per San Valentino

Il rapper di Molfetta, felice di tornare in riva allo Stretto: 'Dal vivo, lo spettacolo è in assoluto il più energico di quelli fatti sino ad oggi'

Condividi su WhatsApp

Mancano davvero pochi giorni e il Palacalafiore di Reggio Calabria è pronto a scatenarsi con Michele Salvemini (in arte Caparezza) protagonista dell’atteso live “Prisoner 709”.

“Festeggeremo il giorno di San Valentino insieme – dice il noto rapper di Molfetta in tour al palazzetto il prossimo 14 febbraio grazie alla Esse Concerti Srl - Volevo fortemente questa tappa e sono davvero felice di tornare in riva allo Stretto. Dal vivo, lo spettacolo è in assoluto il più energico di quelli fatti sino ad oggi e molti colleghi che lo hanno visto, sono rimasti sorpresi. Ci sono imponenti scenografie, giochi di luce, costumi e la prima parte sembra quasi un musical. E’ uno degli spettacoli più belli che abbia realizzato ecco perché ho voluto altre 10 date per poter permettere a chi non lo ha ancora visto, di viverlo”.

Il giovane rapper sta registrando sold-out ovunque e ottimi consensi dagli addetti ai lavori che hanno apprezzato tantissimo il suo settimo lavoro discografico “Prisoner 709” del quale, attualmente, sta girando in radio il singolo “Una chiave” già certificato disco di platino.


“Questo disco si occupa di me e non delle cose che mi circondano. In realtà, è l’inizio di un nuovo modo di concepire la scrittura e le mie composizioni. Parte da un disagio perché ad un certo punto della mia vita, mi sono sentito imprigionato da mille dubbi a causa anche di un problema chiamato acufene. Le perplessità si sono dipanate nelle tracce del disco e ognuna rappresenta un capitolo importante della mia vita in questo carcere emotivo. Ho raccontato attraverso i brani quello che sono, quello che vivo in questo momento – aggiunge Caparezza - Anche quando hai successo puoi sentirti in gabbia. E così mi sono messo al centro in un percorso dentro la mia prigione mentale".

Insomma, un lavoro musicale che nasce per Caparezza in un periodo di profonda crisi personale ma allo stesso tempo, è un forte input per andare avanti superando le difficoltà con ironia e divertendosi. Quello che farà con il suo pubblico Michele il 14 Febbraio perché “sicuramente non possiamo prevenire il dolore ma possiamo divertirci insieme e insieme trovare il modo giusto per superare qualsiasi ostacolo”. Parola di Caparezza.

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento