Il ciclista e recordman Vittorio Brumotti arriva a Bagnara Calabra con il tour del Fondo Ambiente Italiano

Martedì tappa calabrese per l'inviato di Striscia: dal Belvedere di Ceramida da salvare alla Chiesa del Carmine 'Luogo del Cuore' che ce l'ha fatta

Condividi su WhatsApp

Due ruote per raccontare e difendere la Bellezza: è la bici di Vittorio Brumotti che, in tandem con il Fondo Ambiente Italiano, il 3 luglio toccherà Bagnara Calabra per il suo “Brumotti per l’Italia”.

L’inviato di Striscia la notizia, campione del mondo di bike trial nel 2006 e detentore di 10 Guinness World Records™, arriverà nella cittadina calabra martedì con il tour partito da Livigno lo scorso 18 giugno.

Si tratta di uno speciale “giro d’Italia” di 19 giorni alla scoperta del Bello che c’è, ma che troppo spesso rischia di sparire: un bel diario della bellezza, scritto in sella a una bicicletta attrezzata ad hoc (pannelli solari, tenda, vivande, webcam). “Il viaggio – spiega il FAI che è il patron dell’iniziativa e di cui il biker è ambasciatore - terminerà il 6 luglio al Giardino della Kolymbethra, Bene della Fondazione nella Valle dei Templi ad Agrigento, dopo circa 113 ore sui pedali e 20mila metri di dislivello tra Alpi e Appennini”.

L’impresa ciclistica accende questa settimana i riflettori sulla Calabria: nel pomeriggio di martedì Brumotti arriverà alla Chiesa del Carmine di Bagnara e quindi al Belvedere che si trova sulla statale 18, all'ingresso della frazione Ceramida da cui si domina un eccezionale panorama sullo Stretto.

Il muro di contenimento dell'affaccio di questo straordinario Belvedere sta franando ed i diversi appelli che la comunità locale ha rivolto negli anni alle amministrazioni che si sono succedute non hanno sortito effetti e per questo il Belvedere è Luogo del Cuore del Fai.
L’arrivo di Brumotti con il tour del Fondo Ambiente italiano sarà un modo per riaccendere i riflettori; la Chiesa del Carmine è invece il Luogo del cuore che ce l'ha fatta: il Fai aveva raccolto circa 5000 firme alcuni anni fa e questo aveva permesso infine,  attraverso il segretariato regionale del MIBACT, di promuovere il restauro della facciata e del campanile regolarmente eseguito con un finanziamento del ministero di 150.000 euro.

Il tour di Brumotti ha numeri da record: 19 giorni, 2.600 km, 113 ore di pedalata e 20mila metri di dislivello. Di sera il ciclista si accampa con la sua tenda nei Beni FAI e vicino ai Luoghi del Cuore, mentre la cronaca live dell'impresa viene raccontata pedalata dopo pedalata sui canali social di Brumotti (da Instagram a quelli di Vodafone Unlimited, sponsor del progetto insieme a Banca Intesa e APT Livigno).

Bagnara è pronta ad accogliere il ciclista con la troupe che lo riprende h24, mostrando paesaggi e borghi sorprendenti, dove storia e natura si incontrano dando vita a scorci incredibili, e per parlare di arte e luoghi del FAI tra castelli, ville, abbazie, boschi, giardini, torri e aree archeologiche, ma anche dando spazio alla solidarietà: il biker nel suo giro visita anche ospedali per bambini e zone colpite da catastrofi, come quelle terremotate del centro Italia.

Un tour che, una volta finito, lascerà anche una traccia indelebile: il percorso ideato e disegnato da Vittorio Brumotti, infatti, resterà percorribile da tutti i ciclisti. Alla fine del tour la bicicletta di Brumotti sarà messa all'asta e il ricavato devoluto all'associazione Famiglie SMA.



©La riproduzione è riservata


Credit: La panoramica di Bagnara è tratta da BagnaraCalabralive pagina fb

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento