Trento, ultimo addio a Megalizzi. Amici e colleghi: 'Porteremo avanti il suo sogno'

Mattarella, Tajani e Conte in duomo. Lutto cittadino e bandiere a mezz'asta sugli edifici anche a Reggio Calabria

Condividi su WhatsApp

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato, nella Cattedrale di San Vigilio a Trento, alle esequie solenni di Antonio Megalizzi, officiate dal Vescovo di Trento, mons. Lauro Tisi.

"Trento è stata per un giorno il cuore dell'Europa ferita - scrive l'Ansa - perché in città si è ricordato un ragazzo ucciso, Antonio Megalizzi, 29 anni, che dell'Europa aveva fatto un sogno ed è stato colpito a morte l'11 dicembre, a Strasburgo, dove collaborava a una Radio web che racconta il Vecchio Continente e le sue istituzioni, da un coetaneo che, più o meno consapevolmente, nei confronti dell'Europa aveva maturato odio: Cheriff Chekatt, poi ucciso dalla Polizia".

"Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella - continua l'agenzia - immobile per lunghi minuti davanti alla bara, avvolta nelle bandiere italiana ed europea. Con il capo dello Stato, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il ministro Riccardo Fraccaro, il presidente del Consiglio europeo Antonio Tajani".

"Un pezzo di cielo è sceso in terra e ora vi fa ritorno": con queste parole, l'arcivescovo di Trento, Lauro Tisi, ha concluso l'omelia ai funerali. "Nella terra che ha dato i natali a uno dei Padri fondatori del sogno europeo - ha detto l'arcivescovo - Antonio ha immaginato un'Europa senza confini e senza pregiudizi, alla quale non vedeva alternative".

Quindi, il ricordo di Andrea Fioravanti, amico e collega dell'emittente radiofonica universitaria Europhonica. "Se Europhonica fosse una metafora facile - ha detto Andrea -, sarebbe un Don Chisciotte che va contro i mulini a vento dell'indifferenza nei confronti dell'Unione europea. Antonio non solo era il primo a guidare la carica contro i mulini, aveva mille idee giornalistiche e imprenditoriali al giorno su come raccontare l'Unione Europea".

"Antonio - ha aggiunto - pensava che il suo fosse il lavoro più bello del mondo e voleva farlo per sempre. Basta leggere l'hashtag sulla sua bacheca Twitter: 'il mio lavoro è meglio della vostra vacanza'". Fioravanti ha ricordato alcuni pensieri dell'amico ucciso a Strasburgo.

"'Le parole mi danno da vivere, quindi do loro il giusto peso', disse, come anche 'Sono felice, ma perché non posso ambire ad essere più felice?', scriveva ai colleghi della radio. Antonio non diventerà un simbolo cristallizzato, una figurina, continua a vivere dentro di noi. Porteremo avanti il suo sogno, il nostro sogno", ha detto con voce rotta dall'emozione l'amico e collega. "Antonio ha condiviso con noi tre anni della sua vita, tre anni fatti di viaggi dell'ultimo minuto su qualsiasi mezzo in giro per l'Europa.
Corse nei corridoi del Parlamento europeo a caccia di dichiarazioni. Audio registrati in posti improbabili. Ma anche tante risate, battute e confidenze", ha ricordato Fioravanti.

Ad accogliere Mattarella il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta e il presidente della Provincia autonoma, Maurizio Fugat. In città è stato un giorno di lutto cittadino.

Alla famiglia di Antonio Megalizzi è giunta dal presidente, Roberto Fico, "la vicinanza di tutta la Camera e senza dubbio un appoggio in pieno al progetto di radio collegate delle Università come da proposta del rettore di Trento. Si potrebbe pensare a una radio europea sui temi di cui Antonio Megalizzi era competente".

"Oggi è una giornata triste per l’Italia - ha dichiarato il presidente del Consiglio Conte - ho partecipato ai funerali di Antonio Megalizzi, il nostro giovane giornalista strappato via alla vita nel vile attentato terroristico di Strasburgo. Tutto il Paese oggi si è stretto in un abbraccio commosso alla sua famiglia, al padre Domenico, alla madre Anna Maria, alla sorella Federica, alla fidanzata Luana.
Non ci sono parole per alleviare il dolore di chi soffre una perdita così grave".

Lutto cittadino anche Reggio Calabria per i funerali di Antonio Megalizzi. Bandiere a mezz'asta negli edifici comunali. Uffici e scuole hanno osservato un minuto di silenzio. Nel pomeriggio un momento di raccoglimento intorno all'albero di Natale a piazza Duomo

Il Sindaco Giuseppe Falcomatà ha proclamato, in occasione dei funerali del giovane di origini reggine Antonio Megalizzi, deceduto in seguito all'attentato terroristico di Strasburgo, una giornata di lutto per la Città di Reggio Calabria.

Le luminarie natalizie presenti sul territorio comunale sono state spente, ad esclusione dell'albero di Natale posizionato al centro di piazza Duomo, di fronte la Cattedrale cittadina, dove il sindaco Falcomatà, gli assessori e i consiglieri comunali si sono ritrovati in un momento di raccoglimento a partire dalle ore 15:00 per ricordare il giovane Antonio ed esprimere la loro solidarietà nei confronti della sua famiglia e di tutte le altre vittime del terrorismo.

Tutti i cittadini sono stati invitati a partecipare la propria testimonianza di vicinanza e solidarietà, portando in piazza Duomo una candela o un fiore, simboli di pace e di speranza, da deporre intorno all'albero di luce, dove sono state posizionate dodici fiaccole a rappresentare le stelle della bandiera europea.

Ph Mattarella e video from Presidenza della repubblica

Ph Conte from Presidenza del Consiglio dei Ministri

Articoli correlati

  • 19/03/2019

    La Carovana dello Sport Integrato fa tappa a Reggio Calabria

    Fischio di inizio per la Carovana dello Sport Integrato. Dopo la presentazione ufficiale a Roma, in Campidoglio, presso la Sala del Carroccio, lo scorso 15 marzo, l’Equipaggio 1 ha fatto tappa in Sicilia, a Palermo. Tutto pronto per la tappa di Reggio Calabria il 20 e 21 marzo prossimi.La Carovana dello Sport Integrato è un progetto - pilota [...]

  • 19/03/2019

    Al via le 'Giornate FAI di Primavera'

    La Delegazione Fai di Reggio Calabria è pronta, anche quest’anno, ad aprire due Beni da riscoprire e da vivere, in occasione delle Giornate di Primavera del Fondo Ambiente Italiano 2019.Ancora una volta abbiamo voluto scegliere dei Luoghi significativi, che potessero mostrarsi ai visitatori con un percorso originale, capace di far riscoprire un [...]

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento