Madama di Tebe al Teatro Cilea di Reggio Calabria

L'operetta in due atti di Carlo Lombardo per un evento organizzato dal Liceo scientifico 'L. Da Vinci' e dall'associazione 'Freetogether onlus'

Condividi su WhatsApp

Sarà uno spettacolo allegro e corale la rappresentazione organizzata a scopo benefico dal Liceo Scientifico “L. da Vinci” e dall’Associazione FreeTogether onlus.
Fervono da mesi i preparativi per la messa in scena dell’operetta “Madama di Tebe”, evento inserito anche nel cartellone del Natale reggino, che si terrà giorno 5 gennaio 2019 alle ore 20:30 presso il Teatro “F. Cilea” di Reggio Calabria.
Sul palco daranno come sempre il meglio di sé i cori FreeTogether e BeFree, diretti dal M° Marialuisa Fiore; l’Orchestra Sinfonica FreeTogether sarà diretta dal M° Bruno Tirotta: si preannuncia una piacevole serata rallegrata da questo genere musicale tipico dell’Europa della prima metà del ‘900: gli adulti serbano il ricordo delle arie più celebri, mentre i giovani hanno l’opportunità di venire a conoscenza di questo genere teatrale che mette insieme vari ambiti (arte, architettura, danza, musica, teatro).


“Sarà uno spettacolo di qualità: ormai i cori BeFree e FreeTogether ci hanno abituato ad alti standard di performance” – dichiara orgogliosa Giusy Princi, dirigente del Liceo Vinci, - “Il progetto – che ha visto impegnati tutti i partecipanti fin dal mese di maggio scorso – muove anche dalla considerazione del grande successo ottenuto nel gennaio 2017 con la messa in scena de “Il paese dei campanelli”: il Liceo “L. da Vinci” e l’Associazione FreeTogether onlus hanno infatti avuto l’orgoglio ed il merito di aver riproposto il genere “operetta” che mancava dalla città di Reggio Calabria da più di 10 anni”.

Anche i membri del direttivo dell’Associazione FreeTogether onlus pongono l’accento sul grande lavoro di squadra svolto e sull’idea che ha condotto alla scelta della rappresentazione: “Fondamentale e prezioso è stato come sempre l’apporto di idee stimolanti e l’impegno fattivo a tutti i livelli: coristi, musicisti, scenografi, ballerini. Abbiamo considerato che il 2018 è l’anno europeo del patrimonio culturale e quindi la scelta è ricaduta sulla “piccola lirica” che, nata in Francia, diffondendosi in Europa ha attinto al patrimonio musicale dei vari paesi, assumendone i differenti tratti caratteristici: nei paesi di lingua tedesca deriva dal grande repertorio di danze e marce, sulle rive del Danubio il morbido motivo del valzer culla i sentimenti, in Italia subisce il fascino del melodramma”.

Articoli correlati

  • 19/03/2019

    La Carovana dello Sport Integrato fa tappa a Reggio Calabria

    Fischio di inizio per la Carovana dello Sport Integrato. Dopo la presentazione ufficiale a Roma, in Campidoglio, presso la Sala del Carroccio, lo scorso 15 marzo, l’Equipaggio 1 ha fatto tappa in Sicilia, a Palermo. Tutto pronto per la tappa di Reggio Calabria il 20 e 21 marzo prossimi.La Carovana dello Sport Integrato è un progetto - pilota [...]

  • 19/03/2019

    Al via le 'Giornate FAI di Primavera'

    La Delegazione Fai di Reggio Calabria è pronta, anche quest’anno, ad aprire due Beni da riscoprire e da vivere, in occasione delle Giornate di Primavera del Fondo Ambiente Italiano 2019.Ancora una volta abbiamo voluto scegliere dei Luoghi significativi, che potessero mostrarsi ai visitatori con un percorso originale, capace di far riscoprire un [...]

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento