Dayna Stephens Group in concerto all'Università Mediterranea

Condividi su WhatsApp

Venerdì 1° marzo, alle ore 21.00 nell’Aula magna Quaroni di Architettura, il concerto di The Dayna Stephens Group, quinto appuntamento de "La Musica che gira intorno 2019". Ingresso libero.

Dayna Stephens è uno dei più stimati sassofonisti della nuova generazione. Merito di un bellissimo suono “middleweight” che riecheggia tanto i musicisti pre-bop quanto Hank Mobley, e di uno stile compositivo cerebrale e stimolante che tuttavia non è mai inutilmente complesso o freddo.

Sassofonista ma anche compositore ed educatore, solista fluido e vigoroso dotato di un suono caldo e profondo, Dayna ha anche dimostrato di essere un maestro nella composizione e nell'arrangiamento e si è appena collocato secondo nel sondaggio dei critici Downbeat quale stella emergente del sax tenore.

Queste caratteristiche ne hanno fatto un musicista molto richiesto nel panorama contemporaneo.
Nella sua carriera a fianco della attività come band leader ha registrato e condiviso il palco con artisti del calibro di Kenny Barron, Al Foster, Idris Mohammed, Terence Blanchard, Geoffrey Keezer, Albert “Tootie” Heath, Matt Wilson, Oliver Lake, Carlos Santana, Stefon Harris, Stevie Wonder, Dr. Lonnie Smith, Peter Apfelbaum, Tom Harrell, Gretchen Parlato, Josh Roseman, Ray Drummond, Winard Harper, Bobby Short e molti altri.

Con questo gruppo all-stars Dayna ritorna in Italia per 4 concerti esclusivi dopo il successo del tour 2018 che ha fatto tappa nei più importanti jazz festival e club nazionali, abbracciando di nuovo spontaneamente le trame acustiche e quelle elettroniche. Il repertorio prevede composizioni per la maggior parte del leader con un paio di gemme di Aaron Parks.

Sono canzoni che spesso superano la comune definizione di genere e trasmettono all'ascoltatore un'esperienza unica di bellezza e intensità.

The Dayna Stephens Group

Dayna Stephens
tenor and baritone saxophones, EWI

Aaron Parks
piano

Ben Street double
bass

Jeff Ballard
drums

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento