100 volte Federer. Lo svizzero batte Tsitsipas in finale a Dubai

Da Milano agli Emirati Arabi, ecco il centesimo titolo in carriera per Re Roger

Condividi su WhatsApp

Roger Federer ha conquistato il Dubai Duty Free Tennis Championships, torneo ATP 500 (montepremi di 2.736.845 dollari) che si è svolto nella metropoli degli Emirati Arabi Uniti battendo in finale Stefanos Tsitsipas (fresco di ingresso in Top 10) in poco più di un'ora di gioco.

Roger Federer, numero 7 del mondo e seconda testa di serie nel torneo, ha battuto con un doppio 6-4 il greco Tsitsipas nella finale ATP sul cemento di Dubai, si è preso la rivincita del match perso agli Australian Open poco più di un mese fa ed ha conquistato il titolo numero 100 in carriera.
E' il secondo giocatore ad entrare nel prestigioso club dei centenari: Ora davanti a Roger c'è solo l'americano Jimmy Connors con 109 vittorie.

Federer è partito forte strappando il servizio al greco nel turno di battuta iniziale del match. Tsitsipas ha cercato subito le contromosse, ma Roger ha sofferto solo nell'ultimo gioco quando ha visto annullati tre set point consecutivi prima di chiudere 6-4 il primo set in soli 36'.
Nel secondo set Tsitsipas ha giocato meglio e il match è rimasto in equilibrio fino al nono gioco, quando Federer ha sfruttato al meglio un'altra palla break dopo aver rimontato da 30-0.
Il tennista elvetico ha servito per il match senza sbagliare un colpo, chiudendo con un altro secco 6-4 il match che significa 100° trionfo ATP e ulteriore consegna alla storia.

Per Federer si tratta dell'ottavo trionfo a Dubai dopo quelli del 2003-2005, 2007, 2012, 2014 e 2015.
La sua lunga carriera di successi cominciò a Milano nel febbraio del 2001. Da allora è entrato nella leggenda del tennis.

Federer durante le fasi della premiazione ha dichiarato: "Questa vittoria è speciale per me, sono davvero molto felice. La finale è stata complicata, è un sogno aver vinto qui. E' stato un privilegio trionfare a Dubai e avere vinto qui il 100° titolo. Non so neanche se Tsitsipas fosse nato quando ho vinto il primo torneo a Dubai. Il greco è un giocatore fortissimo, come lui ci sono tanti giovani interessanti. Gli auguro di raggiungere i traguardi che ho raggiunto io". Traguardi che, ovviamente, non si fermano qui. All'orizzonte si intravede Jimmy Connors a quota 109.

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento