Lo scambio epistolare tra Corrado Alvaro e l'editore Laterza in un volume inedito curato dal prof. Giorgio Nisini

Condividi su WhatsApp

Verrà presentato giovedì 4 Aprile alle ore 17 presso la sala Biblioteca di palazzo Alvaro a Reggio Calabria, il volume inedito “Corrado Alvaro e Vito Laterza, Carteggio 1952-1956”.

Il libro curato dal prof.
Giorgio Nisini e la cui pubblicazione è stata fortemente voluta dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, rende omaggio ad uno dei più famosi ed importanti scrittori del nostro territorio e narra l’inedito scambio epistolare tra Alvaro e l’editore Laterza, attraverso pensieri brevi e riflessioni sulla situazione italiana del 1950 con particolare attenzione al Mezzogiorno.

Alla presentazione del Volume parteciperanno il Vice Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Riccardo Mauro e il Vice Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte Domenico Creazzo.
Sui contenuti specifici del Libro relazionerà il prof. Giorgio Nisini che ne ha curato la realizzazione.

L’incontro verrà moderato dalla Responsabile Comunicazione del Parco dell’Aspromonte Chiara Parisi.

Articoli correlati

  • 22/04/2019

    Il primo 25 aprile dell'Area dello Stretto

    Il 74° anniversario della Liberazione sarà per le Città di Reggio Calabria e Messina un evento straordinario di rilievo nazionale: per la prima volta il 25 aprile sarà l’occasione per affrontare le stesse tematiche, oggi di grande attualità, su entrambe le rive dello Stretto.Il tema al centro degli interventi programmati sarà l’impegno [...]

  • 19/04/2019

    Il premier Conte al cospetto dei Bronzi di Riace

    In città per il Consiglio dei Ministri, l’esecutivo di Giuseppe Conte non ha voluto “saltare”, ieri mattina la visita al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Giunti a Piazza De Nava poco dopo mezzogiorno, i membri del Governo sono stati accompagnati dal Direttore Carmelo Malacrino alla scoperta della collezione permanente del [...]

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento