Testamento biologico: già 154 dichiarazioni depositate nel registro comunale di Reggio Calabria

Condividi su WhatsApp

Comune Reggio Calabria Sono già ben 154 le “dichiarazioni di fine-vita” formalizzate presso il Registro per il Testamento biologico (la cosiddetta Dat, ossia il Registro delle disposizioni anticipate di volontà dei trattamenti sanitari) istituito presso il servizio Stato civile del settore Risorse umane e Servizi demografici del Comune di Reggio Calabria.

"Un numero cospicuo che rivela il crescente interesse dei reggini per la nuova opportunità offerta dall'amministrazione comunale". A darne notizia il Vicesindaco del Comune con delega ai Servizi demografici Armando Neri che ha salutato con soddisfazione il trend di crescita del nuovo strumento introdotto dall'amministrazione Falcomatà.


La Dat è una dichiarazione libera e volontaria – rilasciata attraverso atto pubblico, scrittura privata autenticata o scrittura privata da consegnare personalmente presso l’Ufficio di Stato civile dell’Ente – che cristallizza la volontà del dichiarante di ricevere o meno terapie sanitarie in caso non sia più in grado di prendere decisioni autonome, o non possa comunque comunicarle in modo inequivocabile per incapacità sopravvenuta.

Sull’esigenza di avere la possibilità di certificare il proprio testamento biologico s’erano ripetutamente espressi associazioni e comitati reggini con i quali l'Amministrazione comunale aveva interloquito favorendo l'approvazione in Consiglio Comunale e la successiva entrata in vigore del nuovo registro.

“Il testamento biologico è uno dei primi temi sui quali s’è espresso il Consiglio comunale dopo l’insediamento – osserva Neri – il dato raggiunto ad oggi ci soddisfa pienamente, anche perché riteniamo di rappresentare un’Amministrazione particolarmente attenta al tema dei diritti, soprattutto in un ambito delicato come quello del fine vita. Grazie al lavoro prodotto dalla dirigente Carmen Stracuzza e dai funzionari del Settore, sulle ‘dichiarazioni anticipate di trattamento’ sono stati già raggiunti risultati importanti in pochissimo tempo”.

Articoli correlati

  • 22/04/2019

    Il primo 25 aprile dell'Area dello Stretto

    Il 74° anniversario della Liberazione sarà per le Città di Reggio Calabria e Messina un evento straordinario di rilievo nazionale: per la prima volta il 25 aprile sarà l’occasione per affrontare le stesse tematiche, oggi di grande attualità, su entrambe le rive dello Stretto.Il tema al centro degli interventi programmati sarà l’impegno [...]

  • 19/04/2019

    Il premier Conte al cospetto dei Bronzi di Riace

    In città per il Consiglio dei Ministri, l’esecutivo di Giuseppe Conte non ha voluto “saltare”, ieri mattina la visita al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Giunti a Piazza De Nava poco dopo mezzogiorno, i membri del Governo sono stati accompagnati dal Direttore Carmelo Malacrino alla scoperta della collezione permanente del [...]

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento