Babywatch, piccoli bagnini crescono a Reggio Calabria

Gli studenti dell’Istituto comprensivo 'Cassiodoro-Don Bosco' superano brillantemente i quesiti in materia di sicurezza in mare

Condividi su WhatsApp

Attenzione spasmodica, notevole entusiasmo e anche voglia di festeggiare al grido di “Babywatch!” a suon di foto col sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, il Garante metropolitano per l’Infanzia e l’adolescenza Emanuele Mattia e le altre autorità presenti hanno scandito la mattina dei 50 giovanissimi studenti dell’Istituto comprensivo “Cassiodoro-Don Bosco” che, rispondendo con scrupolo ai quesiti sul “decalogo” in materia di sicurezza in mare (“Dieci regole d’oro per un bagno sicuro”) alla sede reggina della Lega navale, hanno ottenuto l’attestato di “piccolo bagnino”.

L’iniziativa “Papà ti salvo io”, incentrata sui comportamenti ottimali mirati alla prevenzione dei pericoli in mare, è stata proposta dalla Sezione di Villa San Giovanni & Roccella Jonica della Società nazionale di salvamento “Genova” e, sulla scorta del Protocollo d’intesa siglato da Sns e Miur, s’è avvalsa di un ampio ventaglio di partenariati tra i quali quello con la Capitaneria di porto, le cui motovedette e Sala operativa sono state visitate, a scaglioni, dai giovani allievi.

«Per i ragazzi è molto gratificante imparare giocando – osserva il sindaco Falcomatà –, la voglia di partecipare dimostrata nel corso dell’evento fa ben sperare per una nuova generazione più attenta al rispetto delle regole. Anche in mare e sulla spiaggia».

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento