Wimbledon, King Roger Federer batte Rafa Nadal in quattro set e vola in finale

Ad attenderlo Novak Djokovic che ha avuto la meglio sullo spagnolo Batista Agut

Condividi su WhatsApp

Le aspettative che derivavano dal 40° match tra Federer e Nadal non sono state tradite.
Spettacolo puro e senza esclusione di colpi ad ogni game: passanti, voleè, ace, palle corte, scambi interminabili.

Alla fine il Campo Centrale di Wimbledon ha riservato una meritata standing ovation a Roger Federer che ha battuto in quattro set, in poco più di tre ore di gioco, il rivale di sempre, l'amico-nemico Rafa Nadal, con il punteggio di 7-6, 1-6, 6-3, 6-4.
Ma gli applausi erano anche per Rafa che, pur giocando un grande tennis, ha perso perchè dall'altra parte oggi c'era un Super Federer.

L'ultima volta che Roger e Rafa si erano affrontati sull'erba londinese era il 2008, undici anni fa. Quella volta vinse Nadal, 9-7 al 5° set, dopo diverse interruzioni per pioggia, in un match che da molti viene considerato il più bello di tutti i tempi,
Da allora sono sempre lì, Federer e Nadal. Se possibile, sembrano ancora più forti di allora, con un gioco più vario, più spettacolare e concreto allo stesso tempo.

Il primo set è di studio, i due campioni si tengono stretto il proprio turno di servizio. Alla fine è lo svizzero ad avere la meglio dominando il tie-break con il punteggio di 7-3.

Ma il maiorchino, anche quando sembra ad un passo dal baratro, tira fuori quelle riserve di energia che gli consentono di riprendere il comando del gioco e, così, il secondo parziale di gioco si conclude con un veloce 6-1 in suo favore e con Federer che decide di tirare il fiato dopo il secondo break subito, ricaricandosi così per il terzo set.

E King Roger ha avuto ragione visto che il terzo parziale finisce 6-3 in suo favore e il quarto 6-4 con un decimo game da batticuore che ha visto 4 match point salvati da Nadal prima della definitiva resa.

King Roger, a quasi 38 anni, approda alla 12esima finale sull'erba londinese. Domenica affronterà il campione in carica, nonchè n° 1 del mondo Novak Djokovic, che si è liberato facilmente, in quattro set, dell'altro spagnolo, Bautista Agut. 6-2, 4-6, 6-3, 6-2 i parziali in favore di Nole dopo due ore e 48' di gioco.

Per il serbo è la 25esima finale Slam, la sesta a Wimbledon, la seconda consecutiva dopo quella vinta lo scorso anno con Kevin Anderson. Ora insegue la sua quinta vittoria sull'erba più famosa al mondo.

Lo svizzero, 31esima finale Slam, punta, invece, al nono titolo a Londra che sarebbe il trofeo numero 103 in carriera. A pochi passi dal record di Jimmy Connors che di titoli ne ha vinti 109.

Domenica alle 15 andrà in scena la finale più bella, quella tra il numero 1 ed il numero 2.
Sono 47 i precedenti tra i due, Nole è in vantaggio 25-22 e l'ultima vittoria di Roger risale a 4 anni fa.
A Wimbledon tre precedenti, due finali (2014 e 2015) vinte da Djokovic e una semifinale (2012) vinta da Federer. A Londra lo spettacolo continua...

Ph, sito ufficilae Wimbledon

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento