| 

Reggio Calabria - 13/01/2018

Teatro Cilea di Reggio Calabria: '58 sfumatore di Pino'

Condividi su WhatsApp

Divertente, ironico, istrionico. Tre semplici parole per descrivere l’attore abruzzese Federico Perrotta in scena al teatro “Francesco Cilea” il prossimo 13 Gennaio nello show “58 sfumature di Pino” dell’attore romano Insegno. Amato dal pubblico, Federico è riuscito negli anni, a conquistare i cuori di grandi e bambini grazie al suo modus operandi sul palco di esasperare degli aspetti della quotidianità e renderli divertenti agli occhi di tutti ma soprattutto, ha mantenuto una sana umiltà che in pochi hanno pur essendo “arrivati”.

“Ritorno a Reggio Calabria dopo la bellissima esperienza dell’anno scorso con “C’era una volta… Signore e Signori buonasera” con le 58 sfumature di Pino e sono certo, non vi deluderemo – afferma Perrotta - Dopo la prima a Dicembre a Roma, portiamo a Reggio Calabria, e quindi questo è il vero debutto, uno show tutto nuovo, un racconto di vita di Pino e i cambiamenti di una società che si è evoluta ma ha perso la condivisione, il piacere di stare insieme anche solo per vedere un film al cinema”.
Una nuova prova per l’attore originario di Chieti Scalo pronto a strappare insieme al collega Insegno tante risate alla compagnia Officina dell’Arte che, anche quest’anno, ha voluto nel suo cartellone teatrale due splendidi “ cavalli di razza”.

“Non è semplice investire e fare con le proprie risorse quello che fa Peppe Piromalli e la sua compagnia ma non possiamo permettere che i teatri, la cultura, l’arte muoia – continua il giovane showman Perrotta – Io e Pino apprezziamo tantissimo il lavoro svolto dall’Officina dell’Arte e capiamo gli sforzi che ci sono nel realizzare un cartellone teatrale. Con le “58 sfumature di Pino” faremo un viaggio attraverso il cinema, la televisione, la musica e i nuovi media, il tutto scandito dal racconto senza filtri di Pino. Gli spettatori saranno avvolti da un’incredibile energia, coglieranno subito l’affiatamento di due artisti amici che si inseguono in questo viaggio. E poi, Pino è straordinario, la sua generosità nel rendermi partecipi in questo suo racconto di vita vi farà capire la grandezza di un artista che sa condividere il successo con gli altri. La cosa simpatica è che parleremo anche dei nuovi media, di come è cambiata la visione della comunicazione, dal cinema a youtube ad instagram sino a constatare purtroppo, la mancata condivisione con la famiglia nel vedere per esempio, un film tutti insieme. Con l’avvento della tecnologia, - continua ancora - non c’è più complicità, unione, andiamo avanti ugualmente ma perdiamo qualcosa di importante. Pino Insegno racconta proprio come siano cambiati i tempi”.
I biglietti sono ancora disponibili presso il botteghino del teatro “Cilea” ed è ancora possibile acquistare il “pacchetto natalizio” che l’Officina dell’Arte fa agli spettatori omaggiandoli di 4 spettacoli ad un prezzo “stracciatissimo”.

vedi tutti gli appuntamenti