A Reggio e Scilla il meeting 2018 degli operatori del turismo tedesco

Il Presidente Oliverio: 'Occasione per mettere in luce il patrimonio inestimabile della nostra regione'

Condividi su WhatsApp

Scilla "È stato diffuso ufficialmente oggi dalla Deutscher ReiseVerband l’annuncio che sarà la Calabria, e in particolare la costa Viola, la location ad ospitare il meeting annuale 2018 degli operatori del turismo tedesco".

Lo comunica l'ufficio stampa della giunta regionale calabrese che sottolinea: "Un successo ottenuto con impegno da parte della Regione Calabria che ambiziosamente ha avanzato la propria candidatura. Si tratta di uno dei meeting in ambito turistico più prestigiosi d'Europa, alla sua sessantottesima edizione e che non si è mai tenuto in Italia. L'ente promotore è la Federazione del turismo tedesco che opera da più di 60 anni e rappresenta la “lion's share” del mercato dei Tour operator e delle agenzie di viaggio".

"Si tratta - continua la nota - della istituzione più rappresentativa e prestigiosa dell'universo imprenditoriale turistico tedesco, da tempo fortemente impegnata per lo sviluppo dell'industria del turismo. La sua mission consiste nella difesa principalmente degli interessi di operatori turistici e agenzie di viaggio. Un progetto, nato nel mese di luglio scorso, che la Regione Calabria ha costruito in collaborazione con ENIT senza lasciare nulla al caso, lungo un percorso non facile visti i requisiti minimi richiesti dalla DRV nel loro vademecum. D'altronde, è noto che i tedeschi siano un popolo esigente per forma mentis, quello che invece solo pochi avrebbero creduto è che una destinazione come la Calabria, corroborata da un buon lavoro di squadra, avrebbe potuto attrarre questo target".

"Sin da subito - precisa il comunicato della giunta - l'evento si è qualificato per numeri importanti. Si tratta di una grande occasione di promozione turistica indirizzata ad operatori specializzati del settore che non solo avranno l'opportunità di conoscere il nostro territorio ma di incontrare gli operatori locali. A seguito delle tre ispezioni effettuate dal management e dallo staff della DRV, la federazione ha individuato quale location ideale per la sua suggestività la costa viola".

L'evento si terrà dal 10 al 14 ottobre 2018 nelle città di Reggio Calabria e di Scilla ed è prevista la partecipazione dai 800 ai 1000 operatori del turismo tedesco. Esso consisterà nella realizzazione di un meeting e dell'allestimento di una piccola area fieristica e nell'organizzazione di tre eventi serali.

Inoltre saranno organizzati dei pre e post tour su tutto il territorio regionale attraverso i quali, a piccoli gruppi, gli operatori tedeschi potranno conoscere diverse località e diversi prodotti turistici. Inoltre, a breve partirà una campagna di comunicazione congiunta in Germania a mezzo della quale si promuoverà l'intera offerta turistica.

“Nell'incontro avuto con MR. Dirk Inger, Manager della DRV, durante una della ispezioni in Calabria, mi ha colpito molto l'aspettativa che la federazione ha rispetto al meeting”, ha commentato il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. “Per loro, il meeting, - ha aggiunto - non è solo un'occasione di formazione, scambio di idee, di incontri d'affari ma è anche un'opportunità di esplorazione del territorio. Un’esplorazione comunitaria volta a scoprire mete nuove da lanciare nei prossimi programmi di viaggio. Il fatto che lo facciano insieme, tour operator, compagnie aeree, agenzie di viaggio, conferisce un valore aggiunto perché accorcia le distanze temporali e orienta tutti verso lo stesso progetto. Anche per questo ho ritenuto che fosse un'occasione importante. Il riscontro mediatico che si avrà in Germania è molto ampio perché la federazione è un istituto di primaria importanza e gode di una ottima stima da parte della stampa tedesca più accreditata. Ed il solo fatto che oggi la DRV abbia indicato la Calabria accende per noi nei confronti della stampa un credito. Inoltre, non è da sottovalutare il fatto che l'aspettativa degli ospiti del meeting è di venire e scoprire quella parte dell'Italia poco conosciuta ma autentica fatta di Italian life style, di tradizioni, di borghi e paesaggi suggestivi. Ma ciò che senza dubbio ha più colpito gli organizzatori e che rappresenta il nostro più grande patrimonio immateriale è lo spirito di accoglienza che è per noi un imprinting genetico".

"È proprio questo il valore aggiunto che possiamo dare a questo importante evento, che rappresenta una grande opportunità ma al contempo ci carica anche di una responsabilità. Invito quindi tutti gli operatori turistici, le imprese, gli amministratori coinvolti e la cittadinanza a partecipare attivamente all'organizzazione di questo evento principalmente per mettere in luce il patrimonio inestimabile della nostra regione, e di farlo senza remore, senza complessi di inferiorità ma – ha concluso Oliverio - con ottimismo e certi che possediamo tutte le qualità per realizzare un'esperienza indimenticabile”.

Articoli correlati

+Commenti+

Ancora nessuno ha commentato questo articolo. Sii tu il primo.

lascia un commento